Giornale di Sicilia, 11 giugno 2015

[:it]

VALLE DEI TEMPLI, IL “VINO DEGLI DEI” DOMANI VERRÀ PRESENTATO ALL’EXPO

Sul palco del cluster bio Mediterraneo di Milano si parlerà della produzione di «Diodoros».  Data da da imprimere nel calendario quella di venerdì 12 giugno 2015. L ‘Ente Parco Archeologico Valle dei Templi di Agrigento rappresentato dal direttore Giuseppe Parello, sarà sul palco centrale del cluster bio Mediterraneo Expo di Milano per presentare il vino dei templi. Sarà previsto un momento di confronto moderato dal giornalista Andrea Gabbrielli, nei corso del quale Interverranno anche l’enologo Tonino Guzzo e Giovanni Greco, presidente di CVA Canicattì, che ha curato la conduzione agronomica del vigneto seguendo tutte le operazioni in vigna – dalla cura delle piante sino alla vendemmia. Diodoros, si chiama così il Vino della Valle, prende vita nei vigneti posti sotto il tempio di Giunone, e rappresenta un giacimento viticolo di grande interesse, frutto dli una “selezione’ naturale che i vignaioli della Valle hanno operato nel corso degli anni interpretando al meglio gli aspetti pedoclimatici. La grandezza di questo contesto è data dalle caratteristiche di questo terroir. Siamo nel cuore delle Terre del Nero d’Avola, dove i suoli di origine alluvionale profondi e sabbiosi, caratterizzati dalla presenza di scheletro sono molto fertili per la coltivazione delle varietà autoctone siciliane. Il progetto, nato da una convenzione tra l’Ente parco e CVA Canicattì trova adesso un momento di grande visibilità e promozione internazionale. Nel corso dell’evento sono previste degustazioni delle etichette di punta. Satari, Fileno, Scialo, Centuno, Diodoros e Sciuscià sono i vini che saranno degustati all’Expo di Milano. Fin dalla firma della convenzione, CVA Canicattì ha curato la conduzione agronomica del vigneto seguendo tutte le operazioni in vigna – dalla cura delle piante sino alla vendemmia – impegnando tutto il suo personale più qualificato.

Clicca sulla testata e sulla data per leggere l’articolo.

Giornale di Sicilia, 11 giugno 2015

 [:]