La Sicilia, 13 maggio 2015

[:it]

 Grande performance dei vini Cva Canicattì.

Grande performance dei vini Cva Canicarrì alla XXII edizione del Concours Mondial de Bruxelles, l’evento internazionale dedicato ai grandi vini di qualità e rivelatore dei gusti e delle tendenze di mercato dell’anno. Per la prima volta nella sua storia, CVA Canicattì conquista la Gran Medaglia d’Oro con lo Scialo 2012 e contribuisce alla grande performance  della Sicilia come migliore regione italiana, con la Medaglia d’Oro assegnata all’Aquilae Catanatto 2014. Un trionfo che rende merito al gran lavoro compiuto in questi anni da questa realtà cooperativistica, impegnata a portare avanti un modello imprenditoriale centrato sul binomio qualità territorio con una filosofia produttiva che ha reso i vini a marchio Cva Canicattì riconoscibili per stile produttivo e territorialità. E non è un caso che dietro a questo nuovo grande successo ci sono proprio quelle varietà autoctone come il Nero d’Avola e il Catarrato, alla base di un’evoluzione sempre di più centrata su una lettura enologica coerente alla storia e alla cultura del territorio della Sicilia sud occidentale, in cui operano i piccoli vignerons di CVA Canicattì. Quest’anno il Concours Mondial è ritornato in Italia, a Jesolo dall’1 al 3 maggio scorso. La giuria, composta da 320 degustatori provenienti da 51 paesi, ha assaggiato 8.020 campioni provenienti da 58 nazioni. La rappresentatività universale dei campioni in gara e l’alto profilo dei degustarori sono, da sempre, le caratteristiche distintive e originali di questa competizione che da qualche anno è ormai diventata un incontestabile “campionato del mondo” della degustazione dei vini.

Clicca sulla testata e sulla data per leggere l’articolo

La Sicilia, 13 maggio 2015[:]