Aquilae Nero d’Avola bio sul Giornale di Sicilia

[:it]

Aquilae Nero d’Avola bio sul Giornale di Sicilia di sabato 12 dicembre 2015

Sulla prima pagina della sezione  “Tempo Libero”del Giornale di Sicilia di sabato 12 dicembre si parla di Vino Biologico e sulla ricerca effettuata su questa tipologia di vino in Sicilia: all’interno, uno spazio interamente dedicato all’Aquilae Nero d’Avola Bio, primo vino biologico prodotto da CVA Canicattì. Di seguito l’estratto.

CVA CANICATTÌ
Prodotti a difesa del territorio e attenzione.ai mercati globali

Da una parte l’attenzione al ter­roir e dall’altra un occhio al mercato globale. CVA Canicattì, nell’Agrigenti­no, è tra le prime cantine cooperative a produrre in Sicilia un vino bio. Aqui­lae Nero d’Avola bio è un’accurata selezione del le migliori uve dei vigneti delle Terre del Nero d’Avola della Sicilia sud – occidentale, convertiti al biologico certificato. Prodotto in poco più di settemila bottiglie, è un vino affinato solamente acciaio e non prevede passaggi in legno. Un vino attraverso il quale CVA Canicattì vuole rimarcare e valorizzare ancor di più il suo impegno a difesa dell’integrità e della vocazione produttiva del territorio. Uno sforzo per uno sviluppo eco-compatibile che vede già da un po’ di anni la cooperativa produrre anche energia elettrica sfruttando i raggi solari attraverso un impianto fotovoltaico collocato sul tetto della cantina che soddisfa, nella quasi totalità, il fabbisogno ener­getico delle strutture produttive.  “Oggi si avverte il bisogno di un’alimentazione basata sulla naturalità e autenticità del cibo – afferma Giovanni Greco, Presidente di CVA Canicattì – e col nostro primo vino biologico puntiamo a soddisfare questa tendenza, offrendo un vino puramente siciliano, attento al terroir e ai trend del mercato”.

Attenzione all’ambiente, dunque, ma anche al mercato che, negli ultimi an­ni, ha registrato la crescita del consu­mo di prodotti bio. “Questo vino è solo il primo tassello di un progetto produttivo più ampio – spiega Giovanni Gre­co, presidente di CVA Canicattì – che porterà in dote anche un bianco bio da uve Grillo, altro vitigno autoctono che ha fatto la storia del vino siciliano nel mondo. Già dal prossimo anno – continua Greco – aumenteremo ulteriormente la piattaforma dei nostri vigneti condotti a regime biologico certificato per affermarci sempre di più come marchio dall’anima green”.

Clicca sul titolo per leggere l’articolo pubblicato sul Giornale di Sicilia: Aquilae Nero d’Avola bio sul Giornale di Sicilia

[:en]

Aquilae Nero d’Avola Bio: We are in the newspaper “Giornale di Sicilia”December 12th, 2015

 

Front Page for CVA Canicattì in the “Tempo Libero” section of “Giornale di Sicilia”, December 12th, 2015.

In this day, the regional newspaper speaks about Organic wines and  its relating research carried out in Sicily. A space totally dedicated to the first organic wine of CVA Canicattì wine cellar: Aquilae Nero d’Avola Bio.

 

CVA Canicattì

Smart wines to safeguard territory. A keen eye for worldwide markets.

A keen eye for terroir and worldwide markets. CVA Canicattì is one of the first wine cellars in the Agrigento area to produce an organic wine.

Aquilae Nero d’Avola Bio arises from a meticulous grape selection of the vineyards in the Terre del Nero d’Avola in south-west Sicily. This area is completely versed to certificated organic production.

Little more than 7.000 bottles, this wine is ageing for 6 months in tanks. A wine aiming to highlight and enhance territory value, safeguarding its identity.

An eco-friendly effort shown by this wine cellar which continues to produce by exploiting solar power thanks to PV installations implemented on the roofs of the productive structures. An eco-friendly solution to meet the power needs of CVA Canicattì.

“ Nowadays people needs natural nutrition- Giovanni Greco, CVA Canicattì President says– This is the reason why we want to offer our pure Sicilian organic wine,  a flagship of this terroir,  a keen eye for worldwide markets.”

Environmental care is the key as well as marketing strategies given that organic product demand has increased in the last years.

“ This wine is only the first step to pave the way to a wider productive project- Giovanni Greco, CVA Canicattì President says– which will involve the production of another wine made with white grapes of Grillo, historical indigenous varietal of the region known at international level. Next year we will be engaged in increasing our certified organic production in order to be identified as an eco-friendly brand”.

Click on article of Giornale di Sicilia: Aquilae Nero d’Avola bio sul Giornale di Sicilia

 

 

 [:]